Ferrari Racing Collection

Ferrari 512M

Insieme alla Ferrari 512S, di cui è una diretta evoluzione, la Ferrari 512M, dove “M” sta appunto per modificata, rappresenta un pezzo importante della storia gloriosa delle competizioni sportive internazionali degli anni ’60 e ’70, alle quali partecipavano le Ferrari della squadra ufficiale, ma anche delle numerose scuderie private. Delle venticinque 512S prodotte nel 1970, 15 furono trasformate nella versione M. Sulla base delle esperienze effettuate in gara, furono potenziati i dischi dei freni posteriori e studiate nuove sospensioni.

Il motore, più leggero e potente, ricevette nuove testate sempre a 4 valvole per cilindro, che ne migliorarono il rendimento mentre la carrozzeria, in poliestere, fu resa più affusolata ed aerodinamica. Dopo l’esordio nel 1970 sul circuito di Zeltweg, la 512M prese parte successivamente anche al Mondiale Marche 1971. Immediatamente competitiva, fu iscritta per Ickx e Giunti alla gara finale del campionato di Austria del 1970, la 1000 km, all’Österreichring e per la prima volta superò nella stagione 1970 le Porsche con un margine piuttosto consistente, dimostrando che il divario tecnico esistente fino ad allora era stato finalmente colmato. Il telaio qui esposto è uno dei 12 esemplari rimasti dei 15 originari.

Fonte [Wikipedia]

Il modello è la versione del 1971 usata nella 300 Km di Imola

Altri articoli interessanti

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button