Formula 1

Il delirio degli spagnoli dopo la vittoria di Alonso nel GP di Spagna 2013

Il pubblico spagnolo è stato accontentato: nel 2013, Fernando Alonso fu l’autore di una gara eccezionale, conquistando la sua prima vittoria a Barcellona dal 2006. Il pilota spagnolo ha commentato questa bella vittoria: “Anche se è la terza volta che vinco una gara di casa l’emozione è sempre grandissima, come se non fosse mai accaduto prima“.

A portare ulteriore soddisfazione per la Scuderia di Maranello fu il terzo posto di Felipe Massa che dopo aver condotto una fantastica gara, partendo dalla nona posizione in griglia per la penalizzazione subita, arrivò terzo al termine dei 66 giri del GP di Spagna, permettendo così di vedere sul podio entrambi i piloti Ferrari per la prima volta nella stagione 2013.
Con risultato risultato ottenuto a Barcellona la Ferrari sorpassò la Lotus e si portò al secondo posto nella classifica costruttori, accorciando le distanza sulla Red Bull. 

La monoposto che gareggiò in quest’occasione non fu quella attesa che prevedeva moltissimi sviluppi, ma la  Ferrari decise di correre con una vettura molto simile a quella vista in Cina e in Bahrain.

Siparietto telefonico divertente prima della cerimonia del podio: mentre Stefano Domenicali saliva le scale insieme ai piloti, sapeva che aveva una missione urgente da compiere, vale a dire chiamare al telefono il Presidente Montezemolo che ci teneva a fare i complimenti ai suoi due piloti.
Tanta era la felicità di Montezemolo che non attese il ritorno nel motorhome dopo la cerimonia ma chiamò mentre era in corso la premiazione. Le telecamere dimenticarono il microfono aperto tanto da mandare in diretta una parte della telefonata. A confermarlo anche lo sguardo divertito di un Kimi Raikkonen memore di simili telefonate all’epoca del suo triennio in rosso.

Il modello in scala 1/43 della BBR riproduce fedelmente la F138 che vinse a Barcellona il 12 maggio 2013 e in aggiunta anche il figurino di Fernando Alonso.

 

Lonny

Appassionato di bici da corsa, modellismo e Lego. Insegno nuoto da oltre due decenni e sono due volte papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pulsante per tornare all'inizio