Die-castFormula 1

GP Toscana 2020: 1000 gare per la Ferrari

Traguardo raggiunto per la Ferrari che arriva a quota 1000 Gran Premi, ma è Hamilton a festeggiare le sue 90 vittorie in carriera

La millesima corsa della Ferrari al Gran Premio della Toscana sarà ricordata per la difficoltà e la spettacolarità dell’Autodromo del Mugello. Sulla pista di proprietà della Ferrari che di fatto fa il suo esordio in un mondiale di Formula 1, sono apparsi i primi spettatori sugli spalti dopo le restrizioni a causa del COVID 19, che hanno potuto godersi l’inno nazionale cantato da Andrea Bocelli e 5 giri di pista di Mick Schumacher, sulla F2004 del padre Michael, la monoposto più vincente della storia del Cavallino.

Purtroppo nel giorno della festa in casa Ferrari il vincitore è stato Lewis Hamilton che con questo successo a raggiunto quota 90 vittorie. Sul podio Valtteri Bottas che regala l’ennesima doppietta alla casa di Stoccarda mentre terzo arriva Alexander Albon al suo primo champagne della carriera in Formula 1.

La gara è stata segnata da diverse bandiere rosse e tre partenza, ma a parte l’exploit di Leclerc nei primi giri, la domenica in casa Ferrari ha confermato le difficoltà di questa monoposto. Il monegasco ci ha messo del suo lottando con una SF1000 difficile da guidare e chiudendo alla fine ottavo. Un punto a fine gara per Sebastian Vettel, coinvolto incolpevolmente nel parapiglia del primo giro: contatto con Carlos Sainz e testacoda in curva 2. Il tedesco è sempre stato costretto a una gara in lotta nei bassifondi della classifica nel tentativo di raccogliere qualche punticino. Missione compiuta per salvare parzialmente il fine settimana della festa.

Le parole di Charles Leclerc a fine gara

La mia partenza è stata ottima, al punto che sono riuscito a salire in terza posizione, sfortunatamente però non avevamo il passo per tenere quel piazzamento e così abbiamo concluso all’ottavo posto. Ho provato a battagliare il più possibile ma non è stato sufficiente a difenderci. In questa gara sono successe moltissime cose ma anche oggi è risultato evidente che abbiamo molto lavoro da fare per migliorare la nostra performance.
La gara in sé e per sé è stata divertente. Sono stato contento di avere avuto la partenza da fermo dopo ogni interruzione perché mi offriva la possibilità di lottare per migliorare la mia posizione.
La vettura oggi è stata piuttosto difficile da guidare, specialmente con le gomme Hard. Verso la fine, invece, con le Soft, la situazione è migliorata ma nel complesso è inutile nascondersi che la nostra situazione al momento è complicata. Non per questo tuttavia dobbiamo perderci d’animo ma, anzi, ora più che mai dobbiamo rimanere motivati. È molto importante. Sono fiducioso che arriveranno presto tempi migliori

Il modello del SF21 del GP della Toscana 2020

Per l’occasione la Looksmart ha creato il modello in scala 1/43 della SF1000 guidata da Charles Leclerc

Le foto

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button