Lego IdeasPrimo piano

Il set Lego dedicato a Fantozzi prende il volo

Fantozzi ce l’ha fatta: il ragioniere più divertente del cinema italiano, interpretato da Paolo Villaggio, potrebbe diventare presto un set Lego ufficiale. Tutto nasce dalla mente dell’architetto genovese Giorgio Tona, che immortale la scena dell’autobus preso scendendo dal balcone di casa, che si poi conclude al limite dalla tragedia visto che poi Fantozzi, arriverà al lavoro solo in ambulanza.

Sulla piattaforma Lego Ideas le preferenze hanno raggiunto il fatidico 10 mila voti, traguardo necessario per essere valutata dal reparto fattibilità della Lego.

A partire dall’1 al 22 dicembre il progetto ha impiegato appena tre settimane per centrare l’obiettivo, queste la parole di Tona: “Questo modello non è solo un omaggio al film, ma anche un’occasione per avere un intero pezzo di città d’epoca costruito con i mattoncini Lego, con la sua estetica classica e un sacco di scene domestiche da rappresentare all’interno dell’edificio.” 

Tra l’altro la famosa via Prenestina che si affaccia realmente su un tratto elevato della Tangenziale Est di Roma esiste ancora ed è qui il ragioniere Fantozzi, nel 1975, si “tuffa” per tentare disperatamente di guadagnare quei due minuti preziosi per arrivare al lavoro alle 8.30 mettendo la sveglia alle 7:50.

balcone fantozzi via prenestina roma

© Google Maps

L’iconica scena è composta da circa 3 mila i mattoncini: “Mi sono divertito molto a cercare il pezzo Lego migliore per ogni dettaglio, quello di cui sono più soddisfatto è lo scettro usato per la ringhiera dei balconi, ma anche la torretta del castello è diventata un pezzo perfetto per il seminterrato dell’autostrada” ha proseguito poi l’architetto genovese.

Comunque a giudicare dai consensi si tratta di un bellissimo set che spero possa essere presente sugli scaffali di tutti i negozi.

Guarda le foto del set Lego Fantozzi

Silvano Lonardo

Founder di F1world e appassionato di Formula 1, Pallamano e vinili. Mi occupo di Digital Strategist. Blogger, insegnante di nuoto e papà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button